Il Consorzio La Rada alla XIII Convention annuale di CGM

L'1 e il 2 febbraio siamo stati a Milano per la Convention annuale di CGM, il più grande gruppo di imprese sociali in Italia di cui il Consorzio La Rada fa parte sin dalla sua costituzione.

L'1 e il 2 febbraio siamo stati a Milano per la Convention annuale di CGM, il più grande gruppo di imprese sociali in Italia di cui il Consorzio La Rada fa parte sin dalla sua costituzione. Tanti i temi che sono stati affrontati: lavoro, rigenerazione urbana, housing sociale, welfare aziendale, sostenibilità finanziaria, territorio e cooperative di comunità. Il filo conduttore comune è stato il racconto reale e concreto delle esperienze di impresa sociale della rete, accomunate tutte dall’obiettivo di generare e sostenere nuovi legami comunitari perché quella che ci aspetta è tutta un'altra impresa e sarà sociale, creativa e sostenibile.

Con la sua relazione, dal titolo “L’ecosistema che fa crescere l’impresa sociale”Stefano Zamagni ha consegnato all’ampia platea dei cooperatori sociali due moniti che rappresentano contemporaneamente un impegno e una sfida.

Il primo è che la forma cooperativa è il modello che può meglio cogliere la quarta rivoluzione industriale basata sul digitale. Il modello di impresa sociale è capace da solo di generare innovazione e dialoga ormai alla pari con il mondo accademico e l'impresa profit senza alcun tipo di sudditanza. Il secondo punto è la necessità, per il mondo delle cooperative, di restare attaccato ai bisogni delle comunità e dei territori per non perdere la propria forza vitale. Per sottolineare l'importanza di questo aspetto, Zamagni ha citato il mito greco di Anteo. Il figlio di Poseidone e Gea, infatti, aveva ottenuto dalla madre il dono della forza e dell'invincibilità a condizione che restasse sempre attaccato alla terra. Al pari di questo mito, le cooperative sociali possono mantenere la propria solidità solo non perdendo il legame con i bisogni reali delle persone.

La sfida che ci aspetta, dunque, è quella di generare una piattaforma di dialogo comune che sia in grado di valorizzare i legami delle diverse comunità interpretando correttamente le opportunità dell'evoluzione culturale e tecnologica del nostro Paese.

Come aderire
a "La Rada"

scopri

Cerca il servizio
più vicino a te